Fattoria Selvanova

fattoria-selvanova_castel-Campagnano

Questa mattina attraverso paesaggi meravigliosi da Pomigliano sino a Castel Campagnano decidendo di non fare l’autostrada ma la strada interna. Anche il tempo mi è d’aiuto con una temperatura che si avvicina a quelle primaverili in questi primi giorni di Gennaio. Sono diretta all’azienda Selvanova che visito in quanto aderente al progetto Eccellenze in digitale. So che è una struttura molto bella, ben 45 ettari ma niente mi può preparare allo splendore che trovo al mio arrivo. Le fotografie che ci sono in rete non riescono minimamente a rendere l’idea. E’ come trovarsi in una di quelle cartoline del così detto Chiantishire, dalla masseria centrale restaurata in bioediliza non si riesce a vedere l’intera proprietà che si dipana oltre il laghetto e la collina ma si possono ammirare i vigneti e il bosco fino a perdita d’occhio.

fattoria-selvanova

Mi accoglie il dott. Buono, appassionato proprietario che ogni giorno dedica tutte le sue energie da quasi 20 anni a questa proprietà, proprietà che lui ha modellato nel vero senso della parola in quanto geologo creando i terrazzamenti sul terreno argilloso e così facendo impedendo anche alle frane di scendere a valle e raggiungere il paese. E quindi il vigneto che per scelta non dà  più di 500 gr di uva per pianta.

Selvanova_cantina

Poi la cantina con impianti di ultima generazione per la premitura controllata e persino un laboratorio interno per le analisi, ma ancora il ristorante in bioedilizia che con le sue ampie vetrate consente di spaziare lo sguardo per tutta la vallata mentre si gustano i prodotti dell’orto dell’azienda conditi con l’olio biologico prodotto dall’uliveto che si trova all’inizio della proprietà.

fattoria-selvanova_ristorante_agriturismo

 

Poi distaccata dalla prima masseria una costruzione col forno per il pane e la fattoria didattica dove ai bambini è concesso correre, giocare, sporcarsi e soprattutto lavorare con le mani. E poi il giro sul trattore unico mezzo per attraversare la proprietà per intero.

fattoria-selvanova_fattoria-didattica

Ma sono qui per il vino ed Enzo che mi accompagna nella visita alla cantina, mi racconta la storia del Selvanova, un aglianico speciale sin dalla scelta del grappolo in vigna che viene ulteriormente selezionato su un nastro trasportatore prima di passare alla rospatrice che è collegata direttamente alla macina al piano interrato  della cantina dove si trovano i silos di acciaio a temperatura controllata dove il mosto fermenterà curato dal vignaiolo che ogni giorno a mano lo rimesta fino al travaso nelle botti che devono essere obbligatoriamente nuove per accogliere questo vino fatto con tanta cura. E quindi il vino resta a riposare per oltre 10 anni prima di essere imbottigliato.

1 Comment

  1. Post davvero sensazionale, Congratulazioni!

Leave a Reply