Spiga Bruna e il grano Senator Cappelli

DSC02169 (FILEminimizer)

Secondo giorno di Liminaria, un’esperienza che sempre più ci convince che siamo sulla strada giusta, una strada che sembra un tratturo. Partiamo dal nostro quartier generale di Molinara: Palazzo Ionna, l’antica villa del signorotto del paese, tutta costruita in pietra. Il piano terra con volte a botte e archi scolpiti e poi al primo piano un’ aula unica che affaccia sulla vallata. Un paesaggio che ti rasserena.

Spiga Bruna

Siamo in visita da Spiga Bruna in mattinata, un produttore di grano e di pasta. Ci racconta la sua storia, la storia di un grano il Senator Cappelli, un grano superdotato, alto, anche 1,80 metri, bruno, forte, che non ha bisogno di diserbanti ma pretende un periodo di riposo per il campo di un anno tra una semina e l’altra; resta in campo più a lungo degli altri e prima di essere raccolto vuole essere coccolato, sollevato  ed accompagnato nella mietitrebbia.

Grano Senatore Cappelli

Dopo di che questo grano così prezioso va centellinato anche nella molitura: ogni mese ne viene macinata la quantità che serve per essere lavorata e trasformata in pasta conservando intatte tutte le qualità del germe di grano.

Pasta Spiga Bruna

La trafila naturalmente è in bronzo, la pasta rugosa e opaca, non vetrificata dai processi di essicazione ad alte temperature ma lasciata per 24 ore ad asciugare ad una temperatura di 45°.

Pasta Spiga Bruna_Grano Senator Cappelli

Oltre alla pasta di semola c’è anche la pasta integrale e di farro, anche in questo caso non realizzate coi metodi industriali. La pasta integrale in genere viene prodotta prima eliminando dal chicco la crusca e poi il germe di grano, per poi raggiungere crusca e nel caso integrare le vitamine che sono andate perse eliminando il germe di grano. Perché? Perché un processo così laborioso quando si può semplicemente macinare il chicco intero e conservare nella pasta tutte le sue proprietà con un tasso glicemico al di sotto della media?

Per fortuna c’è ancora chi crede nelle cose #semplici.

Leave a Reply